Reception: (+39)
Ufficio booking: (+39)

Castello di Otranto

Il meraviglioso castello di Otranto, che racchiude, abbracciandola, la cittadina, fu costruito fra il 1485 ed il 1498 per volontà del Re di Napoli Ferdinando d’Aragona, recuperando le antiche  strutture difensive della città, risalenti ad epoca romana e già rafforzate sotto Federico II di Svevia intorno al 1228.

Otranto svolgeva per gli Aragonesi una importante funzione militare e mercantile, fin quando in seguito allo sconvolgente assedio ed alla successiva distruzione subita dalla città per mano dei Turchi nel 1480, il duca di Calabria Alfonso II d’Aragona si occupò personalmente di supervisionare la ricostruzione del castello di Otranto, probabilmente sulla base dei progetti dell’architetto senese Francesco di Giorgio Martini.

Modificato ancora nel corso del ‘500 dai Viceré spagnoli, il castello di Otranto presenta oggi una pianta irregolare a cinque punte, ed è dotato di tre bastioni circolari, la Torre Duchessa, la torre Ippolita e la torre Alfonsina.

Il quarto bastione, proteso verso il mare, è connotato dalla forma caratteristica a punta di diamante. Le mura erano circondate interamente da un ampio fossato con ponte levatoio, oggi nuovamente visibile grazie ai lavori di restauro.

L'interno, completamente visitabile, è interessante sia per il sistema di coperture a volta dei soffitti del primo piano e per la cappella ancora parzialmente affrescata, che per il suggestivo intrigo di cunicoli dei sotterranei, rimasto praticamente immutato nel corso dei secoli.

Da sempre ammirato per il fascino della sua architettura, il castello di Otranto fu scelto dallo scrittore inglese Horace Walpole per ambientarvi le vicende del suo famoso romanzo, che da questo prende il nome.

 

Distanza dall' Hotel Koinè:  3,3 Km

Nei cinque giorni e nelle cinque notti della festa le più importanti ditte di luminarie e i loro maestri (i Paratori)si sfidano nella creazione di quelle che in dialetto scorranese vengono chiamate “parazioni” artistiche: grandiose architetture luminose che possono sfiorare anche i 36 metri di altezza e i 40 di larghezza e assumono la forma di enormi cattedrali, archi, castelli, gallerie e torri costruite da migliaia di lampadine ricamate su vertiginose strutture metalliche.

le luminarie della festa di Santa Domenica a Scorrano

Ogni anno le diverse ditte si accordano su una rotazione dei monumenti e delle zone da addobbare per misurarsi ogni volta con spazi diversi, dando luogo a creazioni sempre diverse. Se un tempo l’unità che componeva ogni luminaria era la tradizionale lampadina ad incandescenza oggi la tecnologia LED ha investito anche le parazioni aprendo le porte a nuove suggestioni videografiche, forse più spettacolari ma un po’ meno affascinanti, che fortunatamente non hanno però sostituito i classici effetti ma si limitano ad integrarli. Gli spettacoli di luci sono accompagnati da musiche e fuochi d’artificio che hanno reso la Festa di Santa Domenica famosa anche per la sua gara pirotecnica diurna e notturna, a cui si aggiungono i riti religiosi e quelli civili, con spettacoli musicali e concerti bandistici.

Tradizionale è la lunga processione che si tiene ogni anno la mattina del 6 luglio in cui vengono attraversate tutte le strade della Città con numerose batterie di fuochi pirotecnici che accompagnano la Santa fino al cosiddetto “Arco di Santa Domenica” in cui le chiavi della Città di Scorrano vengono consegnate alla Santa Protettrice.

luminarie per la festa di Santa Domenica a Scorrano

L’EDIZIONE 2014 DELLE LUMINARIE DI SCORRANO

Da ieri sera, 5 luglio 2014, e fino al 9 luglio 2014, nel centro salentino è iniziato il tradizionale appuntamento con la festa dedicata alla martire di Tropea.
Il programma della festa si presenta ricco e coinvolgente e si articola in tre diverse categorie di animazione:

  • un programma religioso, cominciato il 27 giugno con l’inizio solenne della Novena e l’esposizione delle Reliquie e della Statua di Santa Domenica, continuata oggi, domenica 6 luglio, con la processione per le strade della città e la Santa Messa Solenne con Panegirico, e che si concluderà l’8 luglio con la riposizione della Statua di Santa Domenica nella custodia tradizionale.
  • un programma musicale, che per questa edizione 2014 comprende il sabato e la domenica concerti delle bande di Scorrano ma anche di Rutigliano (Ba) e Bracigliano (Sa), cui si aggiungono concerti che spaziano dal rock al jazz nelle tre serate da lunedì 7 luglio a mercoledì 9 luglio 2014
  • un programma pirotecnico, che per questa edizione prevede tutte le sere (ad eccezione di martedì 8) spettacoli piromusicali e fantasie pirotecniche animati, oltre che dalle ditte Angelo Mega e Francesco Mega, anche da alcune delle più importanti aziende pirotecniche d’Italia (da Ragusa a bergamo, da Novara a Foggia). A queste si aggiunge lo spettacolo mattutino della domenica e la grandiosa gara pirotecnica diurna che sta svolgendosi proprio mentre questo post viene pubblicato.

Le luminarie di Scorrano per la festa di Santa Domenica 2014

Le luminarie di Scorrano per la festa di Santa Domenica 2014

La suggestiva tradizione delle luminarie di Scorrano nel 2014 vedrà ancora una volta protagoniste della festa le creazioni delle ditte locali come L.C.D.C. Cesario De Cagna, MarianoLight e Massimo Mariano Luminarie, a cui si aggiunge per le luminarie di Scorrano 2014 una new entry: la ditta “Santoro Luminarie” di Alessano. Posso solamente immaginare la gara di effetti speciali e sorprese colorate che impegna lungo tutto il corso dell’anno queste aziende, che in questi giorni si sfidano letteralmente a colpi di colori, bagliori e coreografie.

Non crediate però che il loro savoir faire si esaurisca nelle poche notti di un evento locale: Luminarie De Cagna, ad esempio, che seguo su twitter da tempo, esporta la tradizione delle luminarie anche all’estero, e si è cimentata con successo anche in tanti altri eventi nel mondo e come loro anche gli altri paratori vengono chiamati ad allestire luminarie in tutto il mondo, dal Giappone, al Texas, dal Belgio alla Corea.

Le luminarie di Scorrano per la festa di Santa Domenica 2014

Le luminarie di Scorrano per la festa di Santa Domenica 2014

Per saperne di più:

  • Il programma dettagliato dell’edizione 2014 della Festa di Santa Domenica
  • I riferimenti di Salvatore Marcucci, Puglia Events, Gianpaolo Tronca da cui sono tratte alcune delle immagini che ho trovato in rete e che ho scelto per illustrare questo post. Sono talmente affascinato da queste luminarie che stavolta mi sono perso per strada qualche citazione ai bravissimi fotografi di cui ho scelto le immagini: spero non me ne vorranno, anzi scrivetemi per segnalarmi la paternità delle immagini e provvederò immediatamente a segnalarlo.

Le luminarie di Scorrano per la festa di Santa Domenica 2014

Francesco Catalano

Marketing manager per passione, interior designer per natura, blogger e autore per destino, vive tra un villaggio nel sud della Francia e l’Emilia Romagna. Direttore Marketing e Comunicazione di Novoceram, la più antica manifattura ceramica francese, studioso di marketing esperienziale e autore del primo libro sui Temporary Store. Accanto all’attività manageriale, svolge anche quella di interior designer nel suo studio dove applica i principi del marketing esperienziale alla progettazione di interni residenziali e commerciali. I suoi progetti hanno ottenuto numerosi premi e riconoscimenti internazionali, tra cui la prestigiosa Etoile dell’Observeur du Design.
www.francescocatalano.it

2 Responses to “Le luminarie di Scorrano 2014”

  1. Sigrid

    Sono stata presente la domenica sera e ho un ricordo bellissimo della manifestazione. Ho sentito che le ditte sono in competizione tra di loro. Chi ha vinto questa edizione 2014?
    Saluti

    Rispondi
  2. rosa

    Ho partecipato alla manifestazione lunedì 7 luglio. Impossibile da raccontare, va assolutamente vista di persona. E’ stata fantastica con tutti quegli effetti luce, sono rimasta incantata da tanta bellezza.

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="/" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Image Gallery

Vacanze Otranto

  • Spiaggia universo
    Spiaggia universo A 5 minuti di transfer, arenile di Alimini, lido convenzionato "Universo" caratterizzato da sabbia finissima e mare cristallino leggermente digradante.…
  • Laghi Alimini
    Laghi Alimini I Laghi Alimini di Otranto si trovano sulla Costa Adriatica salentina, poco a nord della città stessa e rappresentano una…
  • Cave di bauxite
    Cave di bauxite Le cave di Bauxite a Otranto sono da annoverare, senza dubbio, tra i grandi tesori naturalistici del Salento. Luogo scenografico…